Stromboli: continua l'eruzione con colate, ceneri e nubi

Lo Stromboli è in eruzione. Un'eruzione spettacolare, con la sciara del fuoco illuminata da diverse colate che si gettano in mare e continue fontane di lava e lapilli. Un'attività in corso già da due settimane ma che nelle ultime 24 ore ha avuto una intensificazione che ha generato un certo allarme tra gli abitanti dell'isola. Ieri mattina una fortissima esplosione ha generato una grossa nube di fumo nero ancora visibile in tutto il basso Tirreno. Da due giorni i tecnici dell'Ingv e della Protezione civile hanno dichiarato lo stato di criticità elevata: è la prima volta, a dieci anni dallo tsunami seguito al crollo di un costone sottomarino del vulcano che provocò un'onda anomala che distrusse l'intero lungomare di Ficogrande. Era il 30 dicembre: se fosse successo d'estate, ci sarebbero state decine di vittime.
Lo Stromboli è uno dei vulcani piu monitorati del mondo, con una rete di sensori sottomarini e costieri che registra ogni movimento o tremore, ma l'esplosione di ieri mattina e l'enorme nuvola di fumo che ha avvolto le case fanno temere che l'attività possa ulteriormente intensificarsi nelle prossime ore. Un elicottero con a bordo due vulcanologi e un funzionario della Protezione civile ha effettuato un volo di ricognizione sul vulcano. L'attività eruttiva potrebbe durare a lungo.

Altre info su Geologi.info;
da: Repubblica di Palermo e MeteoWeb (testo di Alessandra Ziniti, foto Meteoweb)

Comments

Popular posts from this blog

Alcune considerazioni sismotettoniche dell'Italia Centrale

I forti eventi dell'Italia centrale del 18/01/2017: Ipotesi plausibili sulla sorgente sismogenica.

Trasformazione dell'inclinazione reale in inclinazione apparente