Wednesday, 23 February 2011

Terremoto in Nuova Zelanda

Nella giornata del 21 febbraio 2011 all'ora locale 12.51 (23.51 UTC) si è verificato un grosso evento sismico di M 6.3. Il sisma si è abbattuto nella citta di Christchurch (43.6° S, 172.7° E) nella Nuova Zelanda.


L'evento sismico viene interpretato come parte di una sequenza incominciata con il terremoto del 3 settembre 2010 nella città di Darfield con M 7,0 anche se sembra non sia presente una struttura che metta in relazione i due eventi.

Da un punto di vista tettonico, la Nuova Zelanda si trova in corrispondenza di una faglia trasforme denominata Faglia Alpina e che taglia in modo obliquo l'isola. Tale struttura alla scala globale, rappresenta un margine di placca trasforme destro tra quella Australiana e la Pacifica. Il meccanismo focale dell'evento del 3 settembre mostra una cinematica da faglia trascorrente destra, compatibile con la Faglia Alpina, mentre l'evento del 21 febbraio mostra una cinematica da faglia di thrust, probabilmente associato a una struttura tettonica di tipo compressivo localizata in corrispondenza dell'evento sismico.


Monday, 21 February 2011

Il nucleo terrestre ruota più... lentamente

Da una ricerca dell'Università di Cambridge, sembra che la velocità di rotazione del nucleo sia più bessa rispetto quanto ipotizzata fino ad ora.


Per la ricerca gli scienziati hanno sfruttato le onde sismiche che passano attraverso il nucleo terrestre, confrontando i loro tempi di percorrenza con quelli delle onde che sono riflesse dalla superficie del nucleo interno. la differenza dei tempi di arrivo, ha consentito di costruire un modello della velocità in funzione dei primi 90 km di profondità nel nucleo interno.

Questa scoperta potrà essere molto utile per la conoscenza della geodinamica del nucleo interno e delle correnti convettive nel nucleo esterno.

da: Nature GeoscienceLe Scienze

Monday, 7 February 2011

Boati nel fadalto

Il mistero dei boati nel Fadalto sembra da attribuire a cause diverse da quelle tettoniche e quindi non sono da attribuire a dei sintomi premonitori di probabili sismi. Continuano le indagini e gli studi da parte degli organi competenti.

(leggi tutto l'articolo di G. De Luca - |ricerca + sperimentazione| - collaboratore del GeoResearch Center Italy - GeoBlog)