Sequenza Sismica Finale Emilia 2012 - aggiornamento 8

Persiste la sismicità dell'area colpita dal terremoto, perlopiù con eventi sismici di debole intensità e sporadici eventi che superna il magnitudo 4,0. La carta della distribuzione epicentrale con le magnitudo degli eventi sismici (ricavata dai dati dell'INGV.it), mette in evidenza come la sequanza abbia una distribuzione secondo una fascia orientata W-E e compresa entro le strutture a thrust del fronte appenninico sepolto sotto i depositi della Pianura Padana ("dorsale Ferrarese"). Si nota anche alla comparsa di eventi sparsi nella fascia intermedia della bassa pianura modenese con un M<3 (cerchio piccolo di colore verde).
Carta della distribuzione epicentrale: Stelle rappresentano i due eventi con Ml>5; pallini rossi 4<Ml<5; cerchietti blue 3<Ml<4; cerchi verdi Ml<3

Dalla distribuzione temporale degli eventi sismici di tutta la giornata del 27/05/2012, si nota una diminuzione della magnitudo con eventi che non supera il valore 4 per la prima parte della giornata e un aumento repentino con un evento M=4,0. I gap temporali tendono ad aumentare in numero e nell'intervallo di tempo tra un sisma e l'altro.


Comments

Popular posts from this blog

Alcune considerazioni sismotettoniche dell'Italia Centrale

I forti eventi dell'Italia centrale del 18/01/2017: Ipotesi plausibili sulla sorgente sismogenica.

Trasformazione dell'inclinazione reale in inclinazione apparente